succhi-freschi-di-frutta-e-verdura-libro_51154-2

Succhi freschi di Frutta e Verdura

4,84€

Categoria: .

succhi-freschi-di-frutta-e-verdura-libro_51154-1

Descrizione di Succhi Freschi di Frutta e Verdura – Libro

La nostra alimentazione quotidiana si presenta sempre più spesso carente di vitamine e minerali.

In maniera sintetica, ma dettagliata e approfondita, questo volume spiega come con i succhi di frutta e gli estratti vegetali sia possibile recuperare sostanze di importanza vitale e rigeneranti per la salute, il tutto con poco sforzo di assimilazione da parte del nostro organismo.

Tante soluzioni, approfondimenti e consigli per gustare succhi, soprattutto vegetali, a base di ingredienti sani e vegani, con alcune concessioni al latte di capra crudo e altri ingredienti particolari.

Il testo propone anche numerose e interessanti tabelle nutrizionali e un esclusivo prontuario di succhi indicati per diverse malattie, impostato come un tabellario di facile consultazione con il loro uso terapeutico, realizzato in ordine alfabetico per tipo di malattia.

Non è un libro di ricette di succhi freschi di frutta e verdura ma per ogni ingrediente utilizzabile vengono descritte le caratteristiche e le proprietà.

L’autore, Norman Walker, è stato l’inventore dell’estrattore Norwalk, apparecchio consigliato dall’Istituto Gerson, per la produzione dei succhi consigliati nella omonima terapia.

 

 

Anteprima – Succhi Freschi di Frutta e Verdura –

Succhi freschi di verdura e frutta. Di cosa ha bisogno il nostro corpo?

Il corpo umano dipende in maniera indissolubile dalla qualità del cibo di cui si nutre e dalla sua compatibilità con i bisogni del nostro stesso organismo. La gente ne è divenuta consapevole ma solo in questi ultimi due secoli. Gradualmente, è stata fatta sempre più luce sul misterioso funzionamento dell’anatomia umana e sul modo in cui il corpo utilizza i minerali e le vitamine di cui il cibo è costituito.

I risultati ottenuti nel favorire la guarigione da quasi tutti i disturbi o le indisposizioni sono da considerarsi pressoché fenomenali in tutto il mondo, soprattutto per quanto riguarda la terapia a base di succhi o Juice Therapy.  Oggi chiunque non conosca il valore nutrizionale e terapeutico dei succhi di verdure e frutta fresche è deplorevolmente disinformato.

Già dal secolo scorso erano disponibili i succhi freschi di verdure e frutta e oggi il loro valore è stato definitivamente riconosciuto da tutti i bene informati, inclusi innumerevoli professionisti, anche se non addetti ai lavori.

La ragione dell’efficacia dei succhi freschi sta nel fatto che, separando gli elementi minerali e l’acqua distillata dalle fibre, questo cibo liquido viene digerito nel giro di pochi minuti. I processi digestivi servono a separare gli elementi minerali dalle fibre e, inoltre, richiedono lavoro e tempo – anche ore – perché il nutrimento possa essere utilizzato dagli organi della digestione. Questi processi di digestione delle verdure e della frutta integre consumano molta energia e tale energia viene ricavata proprio dal cibo. Una porzione del cibo “solido” che viene ingerito è dunque sottratta all’obiettivo nutrizionale per essere invece utilizzata sotto forma di carburante per generare questa energia.

Ecco quindi la risposta alle domande più comuni: perché non mangiare verdure e frutta intere anziché sotto forma di succhi?

Nelle fibre non c’è nutrimento benché esse servano per finalità estremamente utili e rappresentino per noi una necessità. Le fibre agiscono nell’intestino come una scopa. Dopo aver viaggiato attraverso lo stomaco, il duodeno e oltre sette metri e mezzo di intestino tenue, queste fibre raggiungono il colon sotto forma di particelle microscopiche di cellulosa. Il colon tratta la cellulosa come fibra e la utilizza come tale. Senza fibre il colon, e l’intero corpo, non riuscirebbero a mantenersi in condizioni di salute.

È dunque d’obbligo che ogni giorno della nostra vita veda, nell’ambito di una dieta equilibrata, come portata principale una insalata comprendente diverse verdure, crude!

In risposta alle innumerevoli richieste di informazioni sul contenuto in minerali dei cibi, abbiamo aggiunto un’appendice a questa nuova edizione. Essa contiene un’analisi degli alimenti di uso più comune e a noi più familiari.

Voglio sottolineare anche come sia praticamente impossibile ottenere, anche se biologico, il prodotto perfetto da ogni seme. La ragione sta nel fatto che nella crescita di una pianta sono coinvolti molti fattori che variano, a volte radicalmente, da un lotto di terreno a un altro.

Inoltre oggi ci sono numerose varietà di quasi ogni tipo di alimento. Per esempio ecco di seguito alcune delle varietà di carote disponibili: Imperatore, Chantenay, Danvers e Oxheart, ognuna delle quali ha una composizione in minerali leggermente diversa, ma non tale da sottrarle alla categoria della carota. Questo accade anche per altri vegetali.

Noi dobbiamo utilizzare tutte le informazioni analitiche sul cibo e ricavarne una guida generale. E ciò proprio sulla base delle condizioni variabili del terreno, del clima, del luogo e del metodo con cui la semina viene effettuata.

Una corretta varietà di vegetali nelle nostre combinazioni alimentari assicura al nostro corpo tutte le vitamine e i minerali di cui ha bisogno.

Gli alimenti da agricoltura biologica, se disponibili, hanno di regola una qualità superiore; purtroppo però spesso non sono disponibili. Sarebbe comunque un errore diventare fanatici riguardo la qualità del cibo che siamo obbligati ad acquistare al supermercato. Chi ha acquisito una consapevolezza troppo profonda in materia per potersi accontentare, è meglio forse che si trasferisca in un luogo dove egli stesso può coltivare il cibo che consuma.

Parlando in generale, se non riuscite ad acquistare esattamente il cibo che volete, per tutto il tempo che è necessario acquistate il migliore disponibile.
Semplicemente assicuratevi di scegliere gli alimenti più freschi e di migliore qualità tra quelli a disposizione e questo vale sia per ciò che acquistate per le vostre insalate sia per i vostri succhi.

DI COSA HA BISOGNO IL NOSTRO CORPO?

Io so che se non bevo una quantità sufficiente di succhi freschi di vegetali crudi, è assai probabile che nel mio corpo non si raggiunga più la quantità piena di enzimi nutritivi.

E voi? Voi e voi soli siete responsabili delle conseguenze che la vostra alimentazione ha sull’organismo. È la vita che conta nel cibo.

Il vostro corpo è costituito da miliardi di cellule microscopiche. La vostra intera esistenza dipende da esse. Esse hanno bisogno di nutrimento, di vita, di principi nutrizionali attivi.Dipende da voi e da voi soli se il cibo che mangiate vi condurrà al nutrimento vero o alla malnutrizione!

Norman Walker

Norman WalkerNorman Wardhaugh Walker (4 gennaio 1886 / 6 giugno 1985) è stato un pioniere del crudismo, del movimento vegetariano e nel campo dei succhi vegetali, convinto che la pulizia del colon attraverso i succhi freschi fosse la chiave per una buona salute. Autore di numerosi libri dedicati alla salute e all’alimentazione salutistica, Walker disegnò e realizzò un particolare spremifrutta, il Norwalk, ideato in 2 parti, una macina per macinare lentamente verdura e frutta ed una pressa per estrarre il succo.

“Posso dire in verità che non mi sono mai reso veramente conto della mia età. […] Non penso mai ai compleanni nè li festeggio. Oggi posso veramente dire di godermi la mia vibrante salute. Non mi importa di dire alla gente quanti anni ho: IO SONO SENZA ETA’!”
-Norman Walker